Anche la Media ha il suo giornale

About This Project

Non chiamatelo “Giornalino”

Tre giovani studenti hanno deciso che la scuola media degli Istituti De Amicis avrà il suo Giornale

Circa un mese fa sono stato “convocato” da tre studenti della 1A media degli Istituti De Amicis; una richiesta irrevocabile e improrogabile: “dobbiamo vederla subito!”.

 

Divertito ma anche sorpreso da una chiamata così categorica ho incontrato subito Rocco, Valentina e Zoe che mi hanno comunicato che avevano deciso di fondare il giornalino delle scuole medie. “Bene!” ho risposto, ma “un giornale ha bisogno di giornalisti, una redazione, un direttore responsabile almeno per iniziare”. Risposta immediata:”siamo noi!”. Hanno replicato a tutte le mie obiezioni con una determinazione e una volontà che deve mettere a tacere chi ancora si permette di criticare la loro generazione.

 

Allora ecco il primo numero: essenziale, con i loro tre articoli (mi hanno assicurato che il progetto si allargherà a tutti gli studenti interessati) che trasmettono il loro entusiasmo e la loro professionalità. Gli articoli affrontano tematiche “forti”: il covid-19, la vita al De Amicis e svelano i segreti di un personaggio fondamentale della nostra scuola: il Maestro. Sono momenti come questi che ci rendono orgogliosi del nostro lavoro e regalano momenti di soddisfazione indescrivibili in un periodo che mai come prima ha messo in crisi le nostre certezze e in discussione il nostro domani. Ma se il futuro sarà realizzato dai nostri studenti, figli e nipoti una cosa è certa: i miglioramenti saranno incalcolabili.                                                                    

 

Dunque questa è la copia digitale del nostro, pardon, del loro giornale, leggetelo come ho fatto io, con rispetto e ammirazione, e se il primo numero vi sembra un po’ troppo tosto, beh “È la stampa bellezza!”                   

Giulio Massa

Category
Cultura, Formazione